TUTTI IN CODA APPASSIONATAMENTE!

Pubblicato: 22 febbraio 2013 in Senza categoria

Un primo e significativo esempio di odio nei confronti dell’umanità italiana presumo che chiunque l’abbia provato almeno una volta nella vita standosene in fila alla cassa di un supermercato, lo sportello di una banca, la biglietteria di un cinema, etc.

Le code nel nostro paese infatti hanno la peculiarità di svilupparsi in larghezza e non in lunghezza, e soprattutto NON IN ORDINE come avviene in molte altre parti del mondo.

Sarà capitato a tutti di ritrovarsi spalla a spalla con qualcuno che pochi istanti prima era in fila  dietro di te e pochi istanti dopo, come per magia, te lo ritrovi davanti con quell’aria indifferente, quasi innocente, come se tutto fosse normale.

Spesso accade, ad esempio situazione molto frequente negli autogrill, nelle gelaterie d’estate oppure nei bar dei centri commerciali (soprattutto durante il week end e nei periodi a cavallo dei saldi o delle festività natalizie), di essere inglobati in vere e proprie orde di esseri (umani?) che sventolano imperiosi lo scontrino ricevuto poco prima in cassa davanti al muso del povero barista per attirarne l’attenzione. E tutto questo rispettando una fila? Macchè… assiepati intorno al bancone come un branco di leoni intorno ad una preda uccisa e pronta da divorare…

Le code italiane poi sono colme di gente “oberata di impegni e di urgenze impellenti” che con il pretesto della macchina in seconda fila oppure del bambino ammalato a casa da solo chiedono in maniera caritatevole di poter passare avanti. Il problema è che spesso crediamo sia tutto vero (o almeno speriamo che lo sia)e concediamo il posto, scatenando le ire nei nostri confronti delle altre persone in coda…della serie cornuti e mazziati!

Un’altra sgradevole categoria da menzionare (e della quale parlerò anche nello “sfogo” di settimana prossima) è quella degli “occupatori abusivi di posto”. Si tratta di quelle simpatiche personcine che frequentano, almeno in coppia, i centri commerciali, i grandi magazzini, o comunque tutti quei luoghi dove si arriva alla cassa muniti di carrello, dove la persona che NON porta il carrello si mette in coda tenendo il posto per l’altro che, con tutta calma, arriva magari tempo dopo superando tutti gli altri che sono già accodati ed affiancando quindi l’occupatore abusivo di posto!

E qui sollevo quindi una questione alla quale vi prego di darmi risposta…in questa situazione quale elemento bisogna considerare come legittimo occupatore della posizione, la persona singola o la persona carrello-munita?

Questi sono stati solo alcuni esempi di questo nostro tipico malcostume, ovviamente di situazioni del genere se ne potrebbero raccontare in quantità…

Vi auguro di tutto cuore di trascorrere un piacevole week end, magari al cinema, a teatro o in qualche centro commerciale assiepati in qualche coda chilometrica e  disordinata…

Si dai, tutti insieme…appassionatamente!!!

Ciao, a venerdì prossimo!

Stefano Ristori

Annunci
commenti
  1. FRANCESCO ha detto:

    è UN Pò COME QUANDO DAL MEDICO DELLA MUTUA QUALCUNO A TE CARO O VICINO DI FAMIGLIA SI SACRIFICA PER ANDARE A FERMARE E TENERE IL TUO POSTO IN CODA PER LA VISITA. .TU FINISCI DI LAVORARE E FARE TUTTO QUELLO CHE RIGUARDA LE TUE OCCUPAZIONI , POI ARRIVI IN SALA D’ATTESA ED HAI RISPARMIATO 2 ORE DI TEMPO …. MA NOI ALTRI CHE LI SEDUTI SFOGLIANDO RIVISTE SOLI AD ATTENDERE IN CODA NON CAMBIA NULLA….direi quindi che a te col carrello in coda alla cassa non cambi un gran chè se qualcuno davanti a si scambia di posto con un parente con carrello oppure con donna con cappello o un gatto con gli stivali o magari una bella fanciulla in bichini e martini con fetta d’arancia….semmai puo’ irritare l’atteggiamento con cui certi individui ci passano davanti agli occhi…… questa è solo la mia opinione. ciao..

    • stefanoristori ha detto:

      Certo Francesco, però capisci che c’è differenza quando una persona tiene il posto ad un’altra persona (anche se vorrei vedere all’estero come si comportano) rispetto ad una situazione come quella del carrello da me citata. Tu alla cassa paghi ciò che hai nel carrello, quindi è ciò che compri che fa fede, non le persone. Se io mi metto in coda dietro una signora che presumo magari abbia soltanto due cose in mano, e poi dopo di me arriva il marito col carrello pieno capisci che le cose non sono più due ma molte di più. Io posso avere deciso comunque di aver occupato quella fila proprio perchè a mio giudizio sarebbe stata la più “scorrevole”. Riguardo l’esempio del dottore da te esposto, è chiaro invece che non cambia nulla, perchè in quel caso fa fede la persona, quindi che sia la stessa che è stata per tutto il tempo in fila oppure un’altra che ha beneficiato della posizione tenutale da quella non cambia nulla, sempre una persona devo aspettare!
      Io per lo meno la penso così, anche se la questione andrebbe analizzata in maniera più approfondita da un punto di vista etico e morale…

  2. benny ha detto:

    stefano hai ragione la penso esattamente come te

  3. benny ha detto:

    Per Stefanoristori:
    Riguardo alla fila al supermercato mi è capitata ieri la stessa cosa.
    Purtroppo ho reagito litigando pesantemente e sono tornato a casa in una situazione di grande sconforto sentendomi di odiare la gente.
    Vorrei capire quale possa essere una strategia per far valere i propri diritti.
    Ma è proprio questo il problema, i tuoi diritti puoi farli valere solo se c’è una legge o consuetudine normalmente accettata da tutti.
    Avrei tante altre considerazioni da fare ma non so se può interessare anche ad altri.
    Chissà se a rivolgersi ad una assoc. consumatori si possa ottenere qualcosa.
    Per il momento un saluto a tutti.

  4. dinokinda ha detto:

    D’accordo anch’io con Stefano.
    Devo dire che non mi è ancora capitato di trovarmi dietro ad una persona SENZA carrello…se arrivasse il compagno/a con il pieno della spesa penso che mi farei sentire.
    C’è da dire che in questo disgraziato paese per sciocchezze del genere devi litigare magari pesantemente…spesso vince il più prepotente.

    Grande blog, comunque…verrò spesso a trovarti!

    • stefanoristori ha detto:

      Vero Dinokinda, qui da noi purtroppo spesso è il prepotente ad avere la meglio, e non si fa nulla per cercare di cambiare le cose…cmq grazie per l’apprezzamento, pure io ho fatto un giro sul tuo blog e ho letto ciò che scrivi sull’Inter. Da Juventino non mi resta che far altro che consolarti per questa stagione catastrofica, son d’accordo con te quando dici che sarebbe meglio per l’Inter non qualificarsi per l’Europa, in modo da poter concentrare gli sforzi nella prossima stagione solo per il campionato. Come è successo a noi lo scorso anno in pratica, e come hai visto tu stesso ci ha fatto un gran bene! 🙂

  5. backlab ha detto:

    É inutile… l’italiano deve sempre farsi riconoscere… un mio amico durante un viaggio in moto in Austria stava superando la fila ferma, e si è stupito quando il poliziotto l’ha fermato e multato…
    “fantastiche” le sue ultime parole: “Ma se devo fare la fila come le auto che gusto c’è ad andare in moto?”
    EPIC FAIL 🙂

  6. Silmarien ha detto:

    Mi sono trasferita a Mosca per lavoro da gennaio e, mi sorprende dirlo, ma c’è un paese che in quanto a file è peggio di noi: la Russia! Sì, è incredibile davvero ma, almeno a Mosca, la gente è decisamente peggio degli italiani. Stando lì sono addirittura arrivata a rimpiangere certe cose dell’Italia (come persino la burocrazia) perché, per quanto da noi facciano pietà, sono comunque decisamente meglio che in Russia. Provare per credere!

    • backlab ha detto:

      Ti capisco, la Russia è molto incivile, basta solo guardare come si muovono per strada… spero per te che presto te ne andrai da quel paese… nazioni come il Canada o l’Australia sono solo un miraggio lontanissimo 🙂
      Ciao 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...